1

canelli fb

NOVARA -23-10-2020 -- Il sindaco di Novara,

Alessandro Canelli, ha  reso noto sui social di aver incontrato nella giornata di giovedì 22 ottobre, "il governatore Cirio e l’assessore alla Sanità Icardi per rappresentare loro l’urgenza non solo per la nostra città ma per tutto il quadrante del Piemonte orientale, di dare nel più breve tempo possibile attuazione effettiva alla programmazione già impostata a fine luglio, ovvero rendere disponibili subito più posti letto per pazienti Covid a bassa intensità (cioè quelli meno gravi) a partire dall’ospedale Borgosesia, per poi continuare in caso di necessità (che sicuramente ci sarà nelle prossime settimane) a Borgomanero e a Vercelli, dove invece sono presenti personale e reparti che possono ospitare anche pazienti più gravi. Contestualmente il nostro ospedale non si sta tirando certamente indietro e oltre a quello già fatto inizierà a convertire il Presidio di Galliate al fine di non costringere l’ospedale Maggiore a riconvertire in reparto Covid gli spazi destinati ad altre specialità che devono poter continuare ad assistere ed operare le altre patologie", ha sottolineato Canelli.

"In questo momento  - ha aggiunto - è necessaria la collaborazione e la disponibilità da parte di tutto il territorio per organizzarsi in maniera efficace. Non prevalgano logiche di interessi particolari, ma si pensi solo ed esclusivamente alle soluzioni più funzionali per proteggere il più possibile il personale medico ed infermieristico ed assistere adeguatamente i pazienti al fine di salvare vite umane".

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.