1

alessandro canelli 2

NOVARA - 05-11-2018 - E' salito alla ribalta nazionale il comma del nuovo Regolamento di Polizia Urbbana del Comune di Novara in cui si dice che: è vietato "mostrarsi in pubblico in abiti che offendano il comune senso del pudore".  Nel regolamento, inoltre, fra le altre cose criticate , è proibito bere alcolici all'aperto, vendere bevande in contenitori di vetro, legare la bici ai pali e altro ancora. La questione del regolamento è stata anche commentata da Massimo Gramellini sabato 3 novembre, nella sua rubrica "Il caffè" sul "Corriere della Sera". Gramellini "parla di "occhiuto regolamento di polizia per disciplinare la movida locale" e non solo. Il sindaco Alessandro Canelli in una diretta Facebook, si è detto "stupito" del clamore suscitato dal provvedimento. "Mi ha sorpreso molto il can can anche a livello nazionale. A Novara era in vigore un regolamento molto vecchio che andava aggiornato sulla base delle nuove direttive del Ministero dell'Interno e delle varie ordinanze. Abbiamo voluito aggiornare il testo e renderlo omogeneo. Tutti i Comuni hanno un Regolamento di Polizia Urbana. Mi ha sorpreso il can can mediatico perchè, andando a vedere i regolamenti di altre città, in tutti si fa riferimento al maggior decoro e cura della città. Sono declinati in tanti modi". Canelli è andato nel dettaglio; "Ci sono state contestate tre norme. L'articolo 11 dove si parla di "comune senso del pudore": esiste in tutti i regolamenti ed è molto dinamico. Serve a regolamentare i comportamenti di chi, ad esempio si denuda (come successo),  si lava nella fontana del parco dei Bambini o gira nudo. Altro articolo contestato è quello del divieto di legare le bici a panchine o pali - ha proseguito il sindaco di Novara - Noi sappiamo della carenza di stalli per le bici in città, ma si regolamentano situazioni in cui c'è scarsa attenzione, come ostruire il passaggio a carrozzine e disabili. Quanto al divieto della vendita delle bevande in vetro, avremo una riunione con le associazioni di categoria. Ma già nel periodo estivo c'era un'ordinanza a Novara, Il regolamento affronta proteste che derivano dalle segnalazioni dei cittadini. Il senso di queste norme è di rendere la città più decorosa e limitare i comportamente sopra le righe. Nessuno multerà chi gira in minigonna, in shorts. E' stata fatta passare per stravagante ed eccentrica una cosa normalissima".

 
 
 
 
 
 
 
 
 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.