1

questura novara

NOVARA -16-01-2020 -  E’ ripresa con l’anno nuovo l’attività di controllo del territorio  e di  prevenzione dei reati in città da parte della Polizia di Stato. Sono stati infatti stati calendarizzate settimanalmente le nuove richieste di rinforzo da parte del Reparto Prevenzione Crimine di Torino che, in ausilio al personale della Questura di Novara, collabora per un capillare e più incisivo controllo sul territorio della città e della provincia. Dal 1 di gennaio sono state controllate oltre 900 persone, in particolare nella zona adiacente alla stazione ferroviaria ed alle zone ritenute più a rischio microcriminalità.


Sul fronte del contrasto dell’immigrazione clandestina sono stati 11 i provvedimenti adottati dal Questore, che hanno portato a: 4 accompagnamenti  coatti  in frontiera nei confronti di altrettanti cittadini stranieri fermati in posizione di  clandestinità nel corso dell’attività di controllo ( 2 pakistani, 1 gambiano ed 1 albanese); 3 trattenimenti nel Centri  di Permanenza  e Rimpatrio, presso i CPR di Torino, Bari e Gorizia;  2 partenze volontarie; 2 ordini del questore a lasciare il territorio nazionale.
L’attività di contrato dell’immigrazione clandestina, oltre che avere come presupposto l’attività di controllo ordinaria, è anche frutto da parte della terza Sezione dell’Ufficio Immigrazione della Questura di un’attenta  analisi delle posizioni di soggetti che in qualche modo hanno creato turbative sotto l’aspetto dell’ordine e della pubblica sicurezza.


Va segnalata, inoltre, la fattiva e sinergica collaborazione con la Casa Circondariale  che consente l’inizio dell’attività di identificazione e riconoscimento dei soggetti stranieri detenuti al fine di accelerare l’effettivo rimpatrio una volta espiata la pena detentiva.

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.